Fossimo stati al posto del presidente Boeri avremmo scelto un commiato del tutto diverso.

Un epilogo a dire il vero inatteso, quello di non consentire la discussione sui contratti integrativi, che scaricando sul personale gli effetti giuridici ed economici di tale gesto, pone le scriventi organizzazioni sindacali nella piena consapevolezza di quel che resta delle relazioni sindacali in questo Istituto: il nulla.

Non sappiamo bene quali siano le reali motivazioni che hanno spinto il presidente ad un dietro front così repentino, quando le indicazioni che avevamo ci portavano ad essere fiduciosi sulla possibilità di un accordo, ma evidentemente le ragioni non sono di merito e, sinceramente, a questo punto diventa irrilevante.

Quel che ci

La settimana che si apre oggi potrebbe essere quella decisiva per quanto riguarda la contrattazione del CCNI 2018 e per alcuni istituti a favore della conciliazione dei tempi di vita - lavoro. Infatti, relativamente a questi ultimi, dopo una lunga ed articolata attività congiunta in tutte le sedi si è arrivati alle sedute di contrattazione previste oggi per smart working e mobilità nazionale.

Con questi istituti, si potrebbe andare incontro alle esigenze dei lavoratori fuori sede e di quelli che a vario titolo trarrebbero beneficio dal non venire in ufficio tutti i giorni della settimana magari lavorando con la dotazione informatica in proprio possesso. Purtroppo sembrerebbe che ci sia l’intenzione di tagliar fuori dalla mobilità proprio

In questi ultimi mesi non c’è giorno in cui l’INPS non finisca sulla ribalta delle diverse testate giornalistiche o televisive per episodi o dichiarazioni che poco hanno a che fare con il suo vero e grande ruolo di gestore della previdenza pubblica e del welfare italiano.

Tale situazione desta, comunque, enorme preoccupazione, in quanto l’immagine di forte opacità che viene sempre più “percepita” dal cittadino utente, si scarica inesorabilmente sui lavoratori dell’Istituto che, sempre più spesso, sono oggetto di aggressioni verbali, e non solo, visti anche gli ultimi accadimenti di questi giorni che denotano, peraltro, anche un non adeguato sistema di protezione.

Oltretutto i lavoratori dell’Istituto in una ormai cronica carenza di

Con una stringata comunicazione, inviata alle ore 16.20 di venerdì 21 dicembre u.s., l’Amministrazione ha trasmesso alle organizzazioni sindacali un’informativa preannunciando la soppressione del gruppo di lavoro istituito con la circolare n.36 del 20 marzo 2014 che aveva il compito di porre in essere tutte le attività propedeutiche collegate alla sistemazione della posizione assicurativa dei dipendenti pubblici “fino alla completa sistemazione del conto assicurativo” come recita la stessa circolare.

Come abbiamo già denunciato più volte in passato, si pone una questione di metodo e una di merito: il metodo attiene al rispetto degli interlocutori in un corretto sistema di relazioni industriali. Anche stavolta, le relazioni sindacali sono

Le sorprese si sa non finiscono mai ed in questi giorni assistiamo ad una serie di comportamenti e di atti inattesi che, più che annunciare il prossimo Natale, sembrano preannunciare la Pasqua.

Andiamo per ordine.

Pochi giorni fa abbiamo denunciato la stranezza di una “sessione negoziale” al di fuori degli ambiti della contrattazione integrativa di ente, con soggetti non abilitati a contrattare, accompagnata dalla definizione finanche dei contenuti di specifici istituti del CCNI 2018 delle

Siamo stati convocati per oggi 10 dicembre dall’Amministrazione, unitamente alle altre Organizzazioni Sindacali firmatarie del CCNL di comparto, per discutere del contratto integrativo delle aree relativo al 2018.

Anticipiamo in questo comunicato le richieste, già rappresentate informalmente alla Delegazione di parte datoriale in occasione di precedenti riunioni ed il cui mancato accoglimento, contrariamente a quanto qualcuno afferma e scrive, determinerà la nostra non sottoscrizione del