Egregio Dott. Cottarelli,

questo Sindacato nello scorso mese di luglio, aveva espresso al Presidente Letta, le proprie profonde perplessità in ordine alla complessiva gestione politica dell’Ente “distratta ed oberata” da tanti, troppi …. impegni di altra natura rispetto a quelli propri dell’INPS, al punto di non poter definire in tempi ragionevolmente celeri il nuovo modello di organizzazione.
Inoltre, nella stessa occasione avevamo rappresentato all’On. Enrico Letta, i deleteri effetti sull’organizzazione, funzionalità e bilancio dell’Ente, che il protrarsi dei ritardi nella riorganizzazione produceva anche sugli aspetti economico/finanziari.
Infatti, l’INPS si trova, a due anni dalla legge di unificazione di INPS, ENPALS e INPDAP, ad

 

Si è svolto venerdì 6/12 u.s., tra i rappresentanti dell’Amministrazione e quelli di parte sindacale, un nuovo incontro del tavolo tecnico per la RIDEFINIZIONE, in ottica di integrazione,  DEL TRATTAMENTO ECONOMICO ACCESSORIO.
Come chiesto dalle scriventi nel corso della precedente riunione del 2/12 u.s., l’Amministrazione ha fornito alle OO.SS. tutti gli elementi informativi (possibile ammontare del fondo 2013, risorse ad oggi utilizzate, ecc…) di cui si dovrà necessariamente tener conto ai fini dello sviluppo di qualsivoglia ipotesi di armonizzazione dei sistemi retributivi propri dell’Inps e degli enti incorporati; un obiettivo che, stante la recente proroga del blocco dei rinnovi contrattuali, dovrà esser conseguito, come

A seguito della nostra richiesta del 4/11 u.s., si è tenuto lunedì, tra Amministrazione e OO.SS., il previsto incontro relativo all’“attuazione dell’art. 2 del decreto legge n. 95 del 2012, convertito in L. n. 135 del 2012 e successive modificazioni e integrazioni (c.d. “Spending Review”) e problematiche collegate”.

CGIL CISL e UIL hanno anzitutto evidenziato che sarebbe un errore guardare all’attuazione della spending come ad un processo a sé stante e non collegato a tutte le altre problematiche che l’esigenza di salvaguardare la continuità e la funzionalità dei servizi erogati impone di affrontare.

Ad avviso delle scriventi, il tema della gestione dei piani di pensionamento-prepensionamento va al contrario trattato all’interno di una

Garantire i diritti e i servizi, eliminando gli sprechi, tassando le rendite,

rafforzando la lotta alla corruzione.

Cambiare la legge di stabilità si può, anzi si deve.

MANIFESTAZIONE PER ROMA E PROVINCIA

CONCENTRAMENTO ORE 9 PIAZZA DELL'ESQUILINO

CORTEO FINO A PIAZZA SS. APOSTOLI

  

  

Spending review e organici

Con richiesta del 4/11 u.s., anche al fine di assicurare alle lavoratrici e ai lavoratori interessati dai piani di pensionamento-prepensionamento avviati dall’Amministrazione in attuazione della spending review tutte le notizie necessarie a consentire loro l’assunzione di decisioni informate e consapevoli, le scriventi hanno chiesto l’immediata convocazione di un tavolo di confronto ed il rinvio del termine, originariamente fissato al 15/11 p.v., entro il quale

In considerazione delle numerose richieste di chiarimento che stanno in queste ore pervenendo, peraltro anche a seguito della diffusione di informazioni ufficiose non assunte in sede di tavolo nazionale, le scriventi OO.SS. chiedono che al primo punto dell’o.d.g. dell’incontro già convocato per il 18/11 venga inserita la trattazione degli argomenti (attuazione spending review, sviluppo professionale tra le aree e interno alle aree, formazione, comandati, assunzioni) indicati nel comunicato