L'INPS si caratterizza per uno spirito di appartenenza non comune: il Personale e la Dirigenza sentono l'Istituto come una seconda casa, avvertono il valore sociale del proprio lavoro e si sentono gratificati di appartenere a un ente che sta affrontando la sfida di offrire servizi sempre maggiori, con alti standard di qualità a fronte di risorse sempre in diminuzione, quindi con una produttività che non teme paragoni né nel mondo produttivo privato né nel mondo pubblico.

In secondo luogo, l'INPS è il pilastro dello Stato sociale italiano, gestendo con indubbia efficacia la quasi totalità delle prestazioni pensionistiche ed assistenziali. Praticamente tutte le prestazioni sociali monetarie passano per l'Istituto (mentre quelle in natura

L’Amministrazione ci ha appena comunicato che è in queste ore è pervenuto dalle competenti funzioni ministeriali il formale via libera alla 2^ nota di variazione al bilancio di previsione 2013 varata dall’Inps agli inizi dello scorso mese di agosto.

L’approvazione del citato documento contabile segna la fine del lungo ed articolato percorso di mobilitazione messo in campo da tutte le lavoratrici e da tutti i lavoratori dell’Inps perché l’intero ammontare dei risparmi imposti all’Istituto dalla legge di stabilità 2013 fosse reperito senza attingere alle risorse di cui all’art. 18 della legge n. 88/89.

Una mobilitazione che ha fatto registrare, su tutto il territorio nazionale, una partecipazione straordinaria e in assenza della quale non

Che nelle Sedi dell’Istituto, sull’intero territorio nazionale, si lavori e si lavori anche molto non è certo un mistero. Lo sanno bene le lavoratrici ed i lavoratori dell’INPS che, con quotidiano impegno, fanno fronte ai sempre più pressanti bisogni di tutela che provengono da cittadini e imprese. Facendo peraltro i conti con un organico sempre più ridotto all’osso e che è diminuito, in un decennio, di oltre 10.000 unità, a fronte di sempre nuove competenze assegnate all’Istituto.

Forti dei significativi risultati sinora raggiunti proprio grazie a questo impegno, i lavoratori dell’INPS non temono i meccanismi di misurazione e valutazione del loro operato da sempre in uso nell’Istituto.

Ciò che è inaccettabileèche, al minimo dubbio, si

Con grande affetto questo Coordinamento vuole ringraziare tutte le colleghe e tutti i colleghi della UILPA-INPS per l’impegno e la determinazione messi in campo in questa lunga e non facile vertenza che ci ha visto protagonisti nel raggiungimento del risultato.

GRAZIE.

SERGIO CERVO

foto 4

 foto mef 1

 foto mef 2

CGIL CISL UIL CISAL: "Soddisfazione per il via libera al salvataggio delle retribuzioni, ma dobbiamo continuare a mantenere alta l’attenzione per il futuro."

Come è noto, la Ragioneria Generale dello Stato bocciava il piano contenente le misure di riduzione della spesa varato dall’Istituto.

L’immediata e decisa risposta di tutte le lavoratrici e di tutti i lavoratori dell'Inps nell’ambito del percorso di mobilitazione indetto da CGIL CISL UIL e CISAL, ha fatto sì che, nel corso della giornata

La determinazione dimostrata dalle lavoratrici e dai lavoratori dell’INPS, nel percorso di mobilitazione intrapreso da CGIL, CISL, UIL e CISAL, ha prodotto il risultato da tutti auspicato:

 LA TUTELA DEL FONDO PER LA PRODUTTIVITA’

 E LA DIFESA DEL WELFARE

Oggi i vertici del MEF si sono ufficialmente impegnati, nel corso dell’incontro avuto con le scriventi OO.SS., a risolvere il problema determinatosi a seguito della bocciatura, da parte della Ragioneria generale dello Stato, della seconda