Stampa

MOBILITA’ REGIONALE. Abbiamo faticosamente sottoscritto con la dottoressa Di Michele un verbale d’intesa per il trasferimento immediato di 9 lavoratori (3 ciascuno a COLLEFERRO, POMEZIA, TIBURTINO). Vanno in strutture dove c’è il problema del personale in comando, in uscita dall’Istituto.
La UILPA INPS LAZIO ha rappresentato al tavolo regionale del 6 giugno u.s. la propria insoddisfazione per il continuo rinvio dello scorrimento delle graduatorie della mobilità regionale e per la mancata soluzione immediata ai casi di sovrapposizione tra mobilità nazionale e regionale (Cassino, ecc.).
A seguito delle vibrate proteste della UILPA, la dottoressa Di Michele ha annunciato la convocazione di una prossima riunione urgente sullo scottante tema della mobilità nel Lazio.   

Come anticipato due mesi fa dalla UILPA, la DETERMINAZIONE 70 DEL DOTTOR  CONTI, COMMISSARIO STRAORDINARIO DELL’INPS, detta il nuovo assetto territoriale ed organizzativo per l’AREA METROPOLITANA DI ROMA.
Le FILIALI DI COORDINAMENTO di MONTESACRO e di TUSCOLANO sono realtà. Previsto l’avvio di fatto a brevissimo, con l’incarico di direttore a due dirigenti ex INPDAP dei quattro attuali. Restano confermati al comando delle strutture integrate GENEROSO PALERMO (Metropolitano di Roma), RITA DI PAOLA (EUR), LUCA LO SCHIAVO (Casilino) e MARIA PISTOLA (Flaminio), la squadra dirigenziale che ha fatto grande il Lazio di GABRIELLA DI MICHELE.
Non dimentichiamo l’obiettivo AURELIO FILIALE, solo rimandato.
Nasce l’AGENZIA COMPLESSA GUIDONIA-TIVOLI, che a breve andrà a bando, altro importante risultato dell’accordo regionale sottoscritto dalla UILPA.
Con la nuova Area Metropolitana, parte il PROGETTO ESTRATTO CONTO DEI LAVORATORI PUBBLICI, con l’invio previsto a settembre di 500.000 estratti conto ai dipendenti degli enti locali. Strettamente collegato al Progetto ECO PUBBLICI, il PROGETTO REGIONALE RICONGIUNZIONI, entrambi mirati alla normalizzazione dei flussi contributivi della Gestione Pubblica.
Dopo i confronti locali con le RSU e le OS Territoriali, la CIRCOLARE 36 sarà applicata nel Lazio con scelte strategiche che lasciano spazio a situazioni differenziate e tengono conto delle organizzazioni esistenti. Scade oggi il termine per le valutazioni del direttore Regionale, al quale la UILPA ha chiesto varie modifiche agli assetti previsti (accorpamenti, clonazioni, ecc.).
Per i dettagli, leggete le schede ULTIMISSIME-LENTE D’INGRANDIMENTO.

Roma, 10 giugno 2014.                  IL COORDINATORE REGIONALE