Ieri, in direzione regionale, l’Amministrazione ha illustrato a CGIL, CISL, UILPA, CONFSAL e CISAL il nuovo bando per il telelavoro satellitare e si è mostrata pronta a venire incontro alle esigenze dei lavoratori, rappresentate durante la discussione.

Diversi sono gli aspetti positivi:

1. è stato tolto, così come previsto dall'accordo nazionale (art.26 c.4), il limite al rinnovo;

2. il bando verrà emesso al più presto per evitare che i lavoratori già in telelavoro debbano rientrare alla sede madre;

3. in tal modo si avrà un risparmio per l'Istituto salvaguardando nel contempo uno degli obiettivi del telelavoro ossia il benessere psicofisico dei lavoratori;

4. ultimo aspetto positivo è la contemporaneità della scadenza con il

Con la disperazione di chi non sa (o non vuole) spiegarsi il forte legame che intercorre tra i Lavoratori dell’Istituto e la UILPA INPS, la USB aggredisce la UILPA Lazio, coi soliti comunicati senza firma, da querela nei contenuti, e perfino dichiaratamente maoisti nello stile e nei riferimenti – al di là della vocazione rissaiola ed eternamente minoritaria cui USB è condannata.

Secondo USB, la UILPA INPS Lazio attaccherebbe le RSU, si prenderebbe meriti non suoi, farebbe parte di un sistema clientelare e, dunque, da abbattere.

Il tutto senza senso, senza rispetto per la verità e per i colleghi.

La storia dell’attacco fantomatico alle RSU è una sceneggiata USB che deriva dallo scambio di opinioni tra la UILPA e due RSU di Civitavecchia

Nei giorni scorsi, il Segretario Generale della UILPA, Nicola Turco, al termine del monitoraggio effettuato presso tutte le Pubbliche Amministrazioni, ha evidenziato la diffusa assenza di salute, sicurezza e benessere organizzativo in troppi luoghi pubblici ed ha anticipato l’imminente uscita della pubblicazione “SALUTE E SICUREZZA DEL LAVORO NELLA P.A. – LA TUTELA DELLA PERSONA”, un'operazione verità, per informare i cittadini sulle condizioni in cui operano quotidianamente i dipendenti pubblici che erogano servizi alla collettività.

Le strutture INPS di Roma e del Lazio aggiungono all’assenza di salute, sicurezza e benessere organizzativo, anche una pesantissima carenza di personale, con inevitabili ricadute sui livelli di

Con la presentazione del nuovo Modello di presidio territoriale a operatività differenziata, realizzata dal capo della DSU, dottor Antonio Pone, e con la presenza del Direttore generale, dottoressa Gabriella Di Michele, alla specifica riunione, si è aperta finalmente una fase di vero confronto sul futuro prossimo dell’Istituto.

All’interno della DSU, un’area su tutte, la SEDE VIRTUALE, diretta dalla dottoressa Rita Di Paola, sta realizzando una fondamentale svolta operativa. Partendo dall’attività delle ex Funzioni specifiche, esperienza in chiaroscuro che pure ha portato i suoi risultati, la Sede Virtuale ha raccolto (lasciamo stare come) quasi 200 Lavoratori della Direzione generale, con l’obiettivo di fare (nel senso di produrre) e con

Oltre la definizione dell’ORARIO ESTIVO e il positivo confronto sul TELELAVORO, nell’incontro con Fabio Vitale, direttore regionale del Lazio, abbiamo affrontato altri importanti temi.

RIORGANIZZAZIONE DEL FRONT-END

Adempimenti sempre più gravosi, organici ridottissimi e lavoratori in pessime condizioni psicologiche. Per fronteggiare il rischio corto circuito, prende avvio da Latina la sperimentazione del nuovo modo di lavorare agli sportelli.

Latina sede pilota di qualità, per un contatto

ORARIO ESTIVO? DI PIU’!!

Gli incontri, ravvicinati ma separati, con i Direttori Regionale Lazio e Metropolitano di Roma hanno portato a due accordi (pressochè identici) sull’ORARIO ESTIVO nel periodo dal 17 luglio al 1° settembre.

Uffici chiusi alle 17,12 e sospensione di turni e straordinari, salvo eccezioni.

C’è un fatto nuovo ed importante, perché, in entrambi i confronti, è prevista la “modulazione del front-end” o la “rimodulazione della consulenza”.

Tradotto: i vertici INPS di Lazio e