CGIL CISL UIL CISAL AL FIANCO DEI LAVORATORI INPS CONTRO IL TAGLIO DEL SALARIO ACCESSORIO

E’ PARTITA IERI DALLA SEDE INPS DI TUSCOLANO/QUINTAVALLE LA PROTESTA DEI LAVORATORI DEL LAZIO A SEGUITO DELLE NOTIZIE ARRIVATE SULLA BOCCIATURA DELLA VARIAZIONE AL BILANCIO INPS DA PARTE DELLA RAGIONERIA DELLO STATO.

GRAVISSIME LE RIPERCUSSIONI SUL FONDO DEI TRATTAMENTI ACCESSORI DEI LAVORATORI INPS CHE, STANDO COSI’ LE COSE, VEDREBBERO DECURTATO IL SALARIO ACCESSORIO DI OLTRE 3000 EURO.

CGIL CISL UIL CISAL SONO AL FIANCO DEI LAVORATORI INPS IN QUESTA BATTAGLIA. DOPO LE PRIME INIZIATIVE SPONTANEE, DA LUNEDI’ METTEREMO IN CAMPO LA MOBILITAZIONE DI TUTTE LE SEDI DEL TERRITORIO DEL LAZIO CONTRO L’ULTIMO TAGLIO INDISCRIMINATO DI RISORSE PROPRIE

Abbiamo raggiunto con la dottoressa Gabriella Di Michele due importanti intese, riguardanti la mobilità volontaria a domanda degli Ispettori di Vigilanza e la copertura di 14 posti da Funzionario dell’INVCIV.

L’accordo di mobilità degli Ispettori, ricalcando quello degli altri profili, da la possibilità agli interessati di concorrere per tutte le direzioni provinciali/filiali.

Il bando di selezione per funzionari addetti al contenzioso in materia di invalidità civile sarà aperto a tutto il personale amministrativo dell’area C del Lazio, Direzioni Generali INPS ed exINPDAP comprese. La graduatoria iniziale sarà stilata con i punteggi della mobilità nazionale, integrati dall’attribuzione di 3 punti ai laureati in giurisprudenza. Per

Il bando di mobilità regionale verso tutte le strutture del Lazio è cosa fatta: al termine di una complessa sessione negoziale, abbiamo sottoscritto ieri sera l’accordo che pone le basi per dare soluzione alle istanze del personale e, contemporaneamente, alle carenze d’organico delle sedi INPS del Lazio.

In una regione caratterizzata dalla presenza della Direzione Generale e dall’organico ridotto al lumicino, occorreva un accordo “lungimirante”, dalle mille soluzioni. TUTTO IL PERSONALE INPS, EXINPDAP, EXENPALS DELLA REGIONE LAZIO, DI TUTTI I PROFILI (tranne la Vigilanza che avrà presto un accordo dedicato), DIREZIONE GENERALE COMPRESA, POTRA’ FARE DOMANDA PER UN MASSIMO DI 3 STRUTTURE.

Saranno definite 34 GRADUATORIE: una per ogni Sede

Abbiamo incontrato nei giorni scorsi la dottoressa Gabriella Di Michele per il confronto sull’ACCORDO PER LA MOBILITA’ REGIONALE A DOMANDA.

Abbiamo registrato una posizione dell’Amministrazione ancora lontana dalla richiesta unitaria di CGIL, CISL, UIL e CISAL: SI DEVE PERMETTERE AL PERSONALE INPS, EXINPDAP, EXENPALS, DI CHIEDERE ED OTTENERE IL TRASFERIMENTO PRESSO QUALSIASI STRUTTURA INPS DEL LAZIO.

L’accordo nazionale di mobilità interregionale sottoscritto il 12 giugno 2013 prevede, infatti, la preventiva sistemazione delle esigenze dei lavoratori locali e, subito dopo, la messa a bando nazionale dei posti resisi disponibili nelle Agenzie di ogni regione.

In un recente incontro al tavolo nazionale, il capo del personale dottor Sergio

Abbiamo incontrato ieri pomeriggio il Direttore Metropolitano di Roma, dottor Generoso Palermo, insieme ai dirigenti Patrizia Lalle e Pasquale Caccavale, per un confronto sull’orario estivo, sulla sicurezza e per ricevere notizie sull’andamento della produzione.

Dopo un serrato confronto, anche per quest’anno abbiamo ridefinito l’orario delle strutture romane, che dal 15 luglio al 31 agosto chiuderanno alle 17. La conseguente sospensione dei turni e degli straordinari dovrà tenere conto delle

Dopo un positivo incontro con il capo del personale, dottor Sergio Saltalamacchia, servito a chiarire i termini e le modalità della distribuzione funzionale e logistica del personale exENPALS e dopo che al tavolo nazionale è stata definita e avviata la mobilità nazionale (interregionale) degli ispettori di vigilanza e del personale tutto, abbiamo incontrato il direttore regionale, dottoressa Gabriella Di Michele.

I dipendenti exENPALS incardinati nel polo PALS e nel polo Previdenza PALS