Cari colleghi, 

Dopo il triste episodio accaduto alla sede di Torino Nord, su cui non ci soffermiamo vista la notevole divulgazione mediatica a livello nazionale, crediamo che sia doveroso intervenire al fine di fronteggiare questo stato di malessere che sta dilagando nei nostri ambienti lavorativi, dove tutti noi siamo oggetto di reiterati episodi di comportamento ostile che finiscono per assumere forme di prevaricazione, con effetto lesivo dell’equilibrio psicofisico e della dignità personale.

Anche quest’ultimo episodio, a dir poco increscioso, rientra in questo scenario negativo: sia per la sua stessa natura , sia perchè è stato preceduto da un post scritto su facebook , (su cui invitiamo la Direzione a riflettere se non vi

Su richiesta della UILPA, il primo argomento trattato nel recente incontro con le direzioni di Lazio e Roma è stato il TELELAVORO.

L’Amministrazione ha presentato una documentazione con le risultanze del bando regionale di telelavoro satellitare e domiciliare e sono emerse le seguenti criticità:

1 Graduatorie incomplete, perché non contengono tutti i partecipanti al bando;

2 Un gran numero di strutture non ha disponibili postazioni per il telelavoro (!!!).

La situazione è, a dir poco, imbarazzante e la UILPA ha chiesto la revisione delle graduatorie e l’immediata messa a disposizione di un congruo numero di postazioni per il telelavoro satellitare in tutte le strutture della regione.

La regione Lazio si è distinta, in passato, per

INTERPELLI: L’INCERTEZZA DEL DIRITTO

E’ tempo di interpelli (e poi di bandi) anche nel Lazio e a Roma.

L’interpello, aperto ad una determinata platea e disciplinato da regole, è lo strumento che consente all’Amministrazione di dotarsi di personale, laddove necessario, o di ricoprire posizioni organizzative scoperte. Un recentissimo interpello, concordato tra le direzioni di Lazio e Roma anche davanti alle OO.SS. regionali e tuttora in corso, si era dato l’obiettivo di portare professionalità all’interno della Direzione regionale Lazio, che ne ha bisogno per svolgere il proprio ruolo. Dopo l’informativa di rito, è stato emanato un interpello regionale (Lazio e Roma) di personale con specifiche professionalità, disponibile a trasferirsi

L’incontro di oggi con il Direttore Generale, dottoressa Gabriella Di Michele, e con il capo della Pianificazione, dottor Giulio Blandamura, fortemente voluto da CGIL CISL UIL INPS Lazio, si è rivelato essere l’unico in grado di dare soluzioni concrete alle richieste dei Lavoratori della Filiale Casilino.

I rappresentanti di Casilino hanno avuto l’opportunità di evidenziare alla massima carica dirigenziale dell’Istituto, tutte le criticità che affliggono l’intera filiale e che hanno determinato i risultati, da cui sono derivate ingiuste penalizzazioni retributive.

La dottoressa Di Michele, pur di fronte a rigidi controlli, interni ed esterni, da parte degli Organi di vigilanza, ha assicurato misure “salde e forti” per il

unitario loghi roma lazio

Abbiamo incontrato in data odierna, insieme alla RSU della Direzione Generale, il Capo del Personale dr. Giovanni Di Monde, il Direttore della DSU dr. Antonio Pone e la delegazione trattante di parte pubblica, sull’organizzazione della nuova Direzione Servizi all’Utenza.

Dopo un ampio e approfondito confronto, le scriventi OO.SS. Territoriali hanno chiesto e ottenuto la sospensione dei trasferimenti non volontari verso la DSU e, contemporaneamente, l’impegno di affrontare l’intera questione

Cortile

Le Assemblee Unitarie di Roma Amba Aradam e Casilino, di Frosinone, di Latina, di Viterbo e l’ultima, grandissima, nella sala Aldo Moro della Direzione Generale, hanno dato il giusto, formidabile spessore alla VERTENZA INCENTIVO 2016 intrapresa da queste OO.SS. Regionali del Lazio al fianco delle lavoratrici e lavoratori.

Straordinaria e compatta ieri, la partecipazione di TUTTE le strutture di Roma, della Direzione Generale e del Lazio, solidali tra di loro in questa rivendicazione, con i