E’ da poco pervenuta l’informativa sulla riorganizzazione dell’Avvocatura dell’Istituto sollecitata probabilmente dalla preventiva circolazione di bozze non meglio attribuibili e di non chiara paternità.

Conformemente alla posizione di UNAEP Unione Nazionale Avvocati Enti Pubblici, nostra affiliata, esprimiamo la linea di UILPA.

A malincuore dobbiamo constatare, ancora un volta, che l’amministrazione viene a presentare provvedimenti che pur incidenti sul rapporto di lavoro di ciascun professionista oltre che sulla riorganizzazione di un importante settore dell’ente, non sono stati affatto preventivamente sottoposti alle organizzazioni sindacali.

La storia si ripete.

L’abbiamo già visto in sede di modifiche al Regolamento di

Il Ministro Giuliano Poletti, piuttosto che riflettere sugli effetti nefasti che stanno producendo alcuni provvedimenti legislativi da lui proposti, primo fra i quali quello dell’istituzione dell’INL, continua la sua personale battaglia contro l’Istituto e contro la sua vigilanza ispettiva. Infatti, con direttiva del 22.11.2017 a sua firma , ha chiesto ai vertici dell’Istituto di mettere a disposizione dell’INL la propria banca dati. Un comportamento assurdo e quanto meno singolare, poichè l’INL che versa in un totale stato di incertezza e confusione organizzativa, non è mai realmente decollato, e a nostro parere così come è stato concepito mai decollerà. Sarebbe opportuno che il Ministro, invece di adottare tali anacronistiche e inutili

Si è tenuto ieri l’osservatorio per la produttività.

Relativamente all’incentivo ordinario, le sedi hanno raggiunto risultati in linea con la pianificazione nonostante i numerosi problemi rilevati nell’utilizzo delle procedure informatiche.

Pur evidenziando un miglioramento dei risultati della maggior parte delle sedi, i dati relativi all’incentivo speciale non sono confortanti e non sono in linea con la pianificazione prevista con ciò denunciando, come già detto in più occasioni, la carenza del sistema di misurazione.

Abbiamo chiesto quindi che si prenda atto definitivamente dell’inadeguatezza del sistema in quanto mortificante e svilente per il personale che quotidianamente opera nelle sedi.

La stessa amministrazione, nell’anticipare

Nel corso della giornata odierna abbiamo sottoscritto, alla luce delle osservazioni formulate dal Dipartimento della Funzione Pubblica sull’ipotesi di CCNI 2017, validata al contrario dal MEF per quanto attiene alla corretta costituzione ed utilizzo del fondo per il salario accessorio, un verbale di intesa in tema di criteri per le progressioni economiche 2016/2017.

Il verbale, rivedendo i precedenti accordi del 23 giugno 2015 e del 16 maggio 2016, sulla base delle rassicurazioni fornite dalla Delegazione di parte datoriale, mette in sicurezza le progressioni economiche 2016/2017 articolando nelle due annualità le riqualificazioni professionali le cui prove si sono svolte nel corso dell’anno 2016: per sintetizzare, l’Amministrazione

Mentre siamo ancora in attesa che l’Amministrazione, dopo due rinvii e ad oltre tre mesi dal primo e unico confronto, si decida, bonta’ sua, a convocare le OO.SS. per affrontare la problematica relativa all’orario di servizio e di lavoro dell’area Vigilanza, riceviamo numerose segnalazioni dai territori in merito a comportamenti difformi e iniqui che la dirigenza sta assumendo in merito alla gestione del personale ispettivo. Con la circ. INL n. 2/2017 pensavamo di aver chiarito in modo

Nel corso della giornata odierna è stato pubblicato il messaggio Hermes n. 4262 con il quale, in tema di benefici socio-assistenziali in conto 2016 per i dipendenti, relativamente alle fattispecie dei contributi per asili nido e per i soggiorni estivi, si ribadiscono in parte (questa volta l’Amministrazione ha esteso anche al figlio minore, non menzionato nel precedente messaggio in cui si faceva riferimento esclusivamente al dipendente, l’intestazione delle fatture o ricevute fiscali